Stan Wrobel

Alla scoperta di sé con l’Aikido

Ed. Hermes

Pagine 120

Cosa succede se accanto alla parola Aikido ne ponessimo delle altre come: Aikido e spirito, L’Aikido e il corpo, Aikido e biomeccanica Aikido e filosofia, ecc..? Bene, in questo libro, anche se non dichiaratamente, l’autore sembra aver analizzato la pratica dell’Aikido con gli “attrezzi concettuali” propri del “Metodo Feldenkrais”, ovvero quelli di un sistema educativo che utilizza il movimento, come strumento per lo sviluppo della consapevolezza del sé,

fermatevi ad ascoltare: dov’è il vostro centro? Quali input vi raggiungono?…Fermatevi ad osservare ciò che viene rivelato …in una sessione di pratica: non vi sono parole urlate, né minacce fisiche, eppure i movimenti di due corpi che interagiscono hanno storie da raccontare sul carattere e sulle energie che hanno dato forma alla loro vita…” oppure  “La consapevolezza permette di stabilire i contatti: che stiate strappando erbacce o applicando la tecnica delle “mani aderenti” per controllare l’interazione, essa è il collante che lega l’”Io” e il “Tu…”

Sicuramente questa lettura stimola in modo originale e pertinente.