Nazo Nitobe

Bushido – L’anima del Giappone

Ed. Luni

Pagine 211

L’anima di Yamato (Giappone) è il Bushido, la morale eroica del guerriero radicata nello spirito divino della stirpe, trasmessa di generazione in generazione e profondamente vissuta dal Samurai nel momento del sacrificio supremo sul campo di battaglia o nel rito del seppuku. L’autore dà una chiara immagine delle virtù fondamentali del Bushi (rettitudine, senso del dovere, fedeltà, onore, coraggio, saggezza cortesia, pietà filiale, vita sobria e fredda imperturbabilità nel suicidio rituale.

Il libro prende spunto dal tentativo di rispondere alla domanda di un amico occidentale che coglieva involontariamente il punto nodale della differenza culturale tra Giappone e Occidente, differenza che lo stesso Nitobe fino a quel momento non aveva percepito con tale nettezza. L’amico, un eminente giurista belga, gli aveva chiesto come fosse possibile un’educazione morale dei Giapponesi, dal momento che non veniva impartita istruzione religiosa nelle loro scuole.

Scritto nel 1899 e ripetutamente pubblicato in numerose lingue, Bushidô è la fonte principale per comprendere il Giappone dei samurai. Vi si vedono campeggiare figure superbe, lampi di spade che sembrano moltiplicare la poca luce del giorno, per poi scoprire che sotto la cerimoniosa armatura del bushi è il poeta.