Elena Gabrielli –

LaFeltrinelli – ilmiolibro.it

Pagine 112 –

È con grande piacere che presentiamo la nuova edizione, riveduta e integrata, de L’Aikido possibile. Un passo sul tatami che, a quasi quindici anni dalla prima edizione, si rivela ancora attuale e capace di cogliere ed esaltare aspetti spesso inosservati dell’Aikido.

L’attualità sta nel chiedersi come una pratica, basata su modalità dell’essere proprie di una cultura orientata al misticismo e lontana da noi, possa soddisfare quella parte della coscienza di sé che le pratiche occidentali non riescono a soddisfare.

L’autrice non si chiede perché ha scelto l’Aikido ma perché si scopre ancora a praticarlo.

Si svela in tal modo un processo dialettico tra oriente e occidente che si risolve in una disciplina, capace di raccogliere “i figli di Cartesio e quelli di Buddha” intorno al “Qui ed ora” passando attraverso l’identità somato psichica del praticante.

Lo svolgimento dei titoli che aprono i relativi capitoli ci indica la strada percorsa dall’autrice: Arti marziali, L’Aikido, L’allenamento, La pratica, Reishiki, Kokyu, Shisei, Sentimenti, Insegnare, Comunicare, Riflessioni, Il maestro, La dimensione spazio temporale, Divagazioni.

Passando dai maestri di sciabola del periodo Tokugawa a più attuali maestri di Aikido e pensatori sia orientali, sia occidentali, si dispiega l’essenza di una disciplina che “non è ricerca storica o scientifica, né la definizione di sport è sufficientemente ampia per contenerla[…]non è un’attività[…]religiosa” ma “un cammino in cui si affronta, un passo dopo l’altro, un percorso di ricerca personale. Senza fretta, non c’è un traguardo da raggiungere, è il percorso che conta.”

Si intuisce allora perché, nel variegato mondo delle arti marziali, molti ritengono che un maestro sia inevitabilmente e, prima di tutto, un ricercatore.

Il libro può essere acquistato:

– Sul sito lafeltrinelli.it e in tutte le librerie laFeltrinelli d’Italia.
– In formato e-book su Amazon, Book Republic, IBS, Mondadoristore e tutti gli altri store.